Il Maestro Walter Furlan

1931...Furlan Walter nasce a Chioggia, cittadina a Sud della laguna di Venezia.

Entra giovanissimo nella fornace VAMSA, dove lavora con il maestro Romano Tosi, meglio conosciuto come "Mamaracio".

Alla fine del conflitto mondiale 1940-1945, lavora nella fabbrica Cenedese Gino, dove trova Alfredo Barbini e tutti i vecchi maestri della ormai scomparsa VAMSA, tra i quali c'è "Mamaracio" e Gino Fort detto "Petà".

Alla Cenedese Gino apprende la tecnica della lavorazione a "massello', tecnica che in seguito diventerà la preferita del maestro Furlan.

Dopo alcune esperienze nel campo della lavorazione dei lampadari veneziani, entra alla Ferro & Lazzarini accanto al maestro Albino Carrara anche lui ex dipendente della vetreria VAMSA, lavora anche con il maestro Ineo Fuga, un virtuoso nella esecuzione del Lampadario Antico Veneziano, è da lui che il maestro Walter apprende la capacità di realizzare pressoché tutti i modelli esistenti dei favolosi lampadari veneziani. In seguito il maestro Furlan prenderà il posto di Ineo Fuga nella "piazza di Lampadari" della Ferro & Lazzarini.

Diventato maestro giovanissimo, inizia molto presto ad intrattenere i primi contatti con gli artisti, fa conoscenza con Fulvio Bianconi.

Alla Ferro &  Lazzarini inizia una proficua collaborazione con il Prof. Ezio Rizzetto, proprio dalla felice intesa tra i due nascono delle opere artistiche che permettono al maestro di partecipare alle prime mostre (Bevilacqua La Masa), e ne trae lusinghieri riconoscimenti, il maestro ha occasione di partecipare ad esposizioni anche con pezzi di sua ideazione ottenendo così anche riconoscimenti come Designer.

Nel 1963 espone alla Mostra del vetro di Murano organizzata dall'Istituto Veneto per il Lavoro, partecipa inoltre all'Esposizione dell'Artigianato a Reggio Calabria.

Attorno ai primi anni settanta entra nella vetreria Seguso Vetri D'arte, sotto la guida del maestro Angelo Seguso e del designer Mario Pinsoni, apprende la lavorazione dei vetri sommersi e stilizzati, caratteristica dei disegni del Prof. Favio Poli, allora collaboratore della Seguso Vetri D'arte, diventandone il più fedele interprete.

Nel 1977 collabora al "primo corso per artisti" tenuto dalla Scuola Internazionale del Vetro, in questa occasione esegue opere in vetro per gli artisti: Horst Sobota, Renzo Margonari, Ghibbè, dimostrando le sue elevate capacità interpretative dei disegni artistici.

In seguito il maestro Furlan collabora al Premio Murano, iniziativa promossa dall'Associazione Abate Zanetti, in questa occasione realizza opere per Verdiano Marzi, Andrea Pagnacco, Marconi, Laura Santoro.

Recentemente ha realizzato opere per Lindstron, Alinari, Barattini, R. Wagner, Jef Van Reniaout.

Oggi trova la maggiore espressione creando dei vetri ispirati all'affascinante cammino artistico dell'opera di Picasso, esprimendo nei vetri tutta l'esperienza acquistata durante la collaborazione con i vecchi maestri.

Le sue opere si trovano nei migliori Atelier specializzati nella vendita di opere in vetro.

Attualmente nella sua fucina il maestro è sempre alla ricerca di esprimere, attraverso il vetro, tutta la sua creatività, ideando sempre nuove sculture a massello, anche di notevoli dimensioni.

Mario Furlan

Nasce a Murano il 04.09.1963, dove attualmente vive e lavora.

Ha studiato all'Istituto Statale d'Arte di Venezia, e continuato gli studi all'Accademia di Belle Arti di Venezia, dove si diploma nel 1987.

Subito dopo aver completato gli studi si dedica all'apprendimento della "lavorazione del vetro massiccio", sotto la guida del padre, esperto maestro di sculture in vetro.

Mario, affascinato fin da subito dalle potenzialità espressive di quest'arte millenaria, decide di  apprendere anche l'arte della "lavorazione di moleria", utilizzata per rifinire le opere di vetro con particolari tagli e sbozzature.

Dopo un  iniziale periodo di apprendimento, necessario al fine di poter realizzare l'opera personalmente, sia nella lavorazione a caldo che nella rifinitura a molato, Mario comincia a produrre le sue sculture in vetro nel 1999.

Fin dalle prime opere Mario ha incontrato l'apprezzamento dei collezionisti.

Le sue opere si trovano nelle migliori gallerie specializzate nella vendita di opere in vetro.

 


Walter Furlan

1931 Walter Furlan is born at Chioggia, a small town in the southern part of the lagoon ofVenice.

At an early age he went to work in the VAMSA glassworks, where he was apprenticed to Romano Tosi, a master-craftsman, better-known as "Mamaracio".

At the end of the Second World War, 1940-1945 Furlan goes to work in the glassworks of Gino Cenedese where he assists Alfredo Barbini and all the old craftsmen of the former VAMSA, amongst them "Mamaracio" and Gino Forte known as "Petà".

At the Gino Cenedese glassworks, Furlan learns the technique of sculpting glass "a massello", which was later his favourite method.

After working on the production ofVenetian candelabras, Furlan joins Albino Carrara (also from the VAMSA factory) at the Ferro and Lazzarini, where Maestro Ineo Fuga, specialist in making Antique Venetian candelabras, is working. Walter Furlan learns from him how to make almost all the models of the famous Venetian candelabras. Later Furlan succeeds Ineo Fuga in the candelabra department of the Ferro and Lazzarini glassworks.

Having become a master-craftsman while still young, Furlan has contacts with artists, and meets Fulvio Bianconi.

At the Ferro and Lazzarini factory, Furlan begins to collaborate with professor Ezio Rizzetto, and their mutual understanding produced artistic works which were exhibited at the early shows at Bevilacqua La Masa. Maestro Furlan has the opportunity to participate in other exhibitions with works of his own creation, obtaining recognition as a Designer.

In 1963 his work is shown at the Murano Glass Exhibition, organised by the Istituto Veneto per il Lavoro: he also participates in the Crafts Exhibition in Reggio Calabria.

In the early 70s, Furlan joins the Seguso Vetri d'Arte glassworks, under the guide of Maestro Angelo Seguso and the Designer Mario Pinsoni, and learns the techniques of "submerged" glass and stylised forms, typical of the designs of professor Favio Poli who was then working for the Seguso Vetri d'Arte, becoming his most reliable interpreter.

In 1977 he joins the "first course for artists" organised by the International Glass School, and on this occasion, carries out works by the artists Horst Sobota, Renzo Margonari, and Ghibbe giving proof of his great capacity for interpreting artistic design.

Later, Maestro Furlan participates in the Premio Murano, an event organised by the Abate Zanetti Association; on this occasion he carries out works for Verdiano Marzi, Andrea Pagnacco, Marconi and Laura Santoro. More recently he has carried out works for Lindstrom, Alinari, Barattini, Wagner and Jef Van Reniaout.

At present most of his work is inspired by the fascinating artistic progress of the work of Picasso, expressing in his glass sculptures all the experience acquired during his periods of work with oldmasters.

The works of Walter Furlan are to be found in the best showrooms specialised in the sale of sculpture in glass.

At the moment Maestro Furlan is in his glassworks in search of the expression of his creative genius, producing new sculptures "a massello" of considerable size.

Born in Murano on 09.04.1963, where he currently lives and works.

He studied at the State Institute of Art in Venice, and continued his studies at the Accademia di Belle Arti in Venice , where he graduated in 1987. Immediately after completing his studies he devoted himself to learning the glasswork , under the guidance of his father, an expert master glass sculptures.

Mario, immediately fascinated by the expressive potential of this ancient art decided to learn the art of " moleria" used to finish the works of glass with special cuts and “sbozzature”.

After an initial learning period, necessary in order to  carry out the work personally, Mario begins to produce his glass sculptures in 1999. Since the first works Mario met the 'appreciation of collectors. His works are in the best galleries specializing in glass pieces  of art.

Mario Furlan

Born in Murano on 09.04.1963, where he currently lives and works.
He studied at the State Institute of Art in Venice, and continued his studies at the Accademia di Belle Arti in Venice , where he graduated in 1987. Immediately after completing his studies he devoted himself to learning the glasswork , under the guidance of his father, an expert master glass sculptures.
Mario, immediately fascinated by the expressive potential of this ancient art decided to learn the art of " moleria" used to finish the works of glass with special cuts and “sbozzature”.
After an initial learning period, necessary in order to carry out the work personally, Mario begins to produce his glass sculptures in 1999. Since the first works Mario met the 'appreciation of collectors. His works are in the best galleries specializing in glass pieces of art.